“BAMBINI SCOMPARSI” a cura di MARIA ROSA ONETO

“Bambini Scomparsi”

La Giornata Internazionale dei Bambini Scomparsi si celebra il 25 maggio di ogni anno.
Nasce nel 1983 per ricordare la scomparsa di Ethan Patz, rapito a New York in quella infausta data e per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fenomeno, lanciando un messaggio di solidarietà e speranza ai genitori che non hanno più notizie sui loro figli.
La Giornata, viene celebrata nell’ambito della rete Globale per i Bambini Scomparsi – un programma del Centro Internazionale per i Bambini Scomparsi e Sfruttati (ICMEC) – che opera per sensibilizzare sul tema dei bambini scomparsi, trattandosi di un fenomeno che riguarda tutti i Paesi del Mondo. Secondo stime recenti, almeno 8 milioni di bambini scompaiono ogni anno, vale a dire 22.000 minori al giorno.

Ogni due giorni, in Italia, sparisce un bambino e quattro su cinque non vengono più ritrovati. Secondo i dati di SOS Telefono Azzurro Onlus, in occasione della “Giornata Internazionale per i Bambini Scomparsi”, dei 177 casi gestiti nel 2017, soltanto il 16,9% di essi è stato risolto positivamente.
Circa 147 minori, nell’ultimo anno sono morti o sono stati rapiti per finire spesso e volentieri nelle “maglie” dello sfruttamento sessuale, dello spaccio di droga, nella “schiavitù minorile”; nel “mercato degli organi”, nei gangli della mafia, della criminalità organizzata, della camorra, del ladrocinio e del lavoro minorile. I piccoli, che si ritrovano in contesti familiari, caratterizzati da abusi e violenze, incidono per il 12,4% e sono la seconda causa di scomparsa.
Volendo ignorare i casi non segnalati.
A livello territoriale, il Lazio è la Regione più problematica: da sola raggiunge quasi un quarto del totale dei casi (23,3 %), seguita dalla Lombardia con il 22,7%.
Al Sud e nelle Isole si registrano solo il 24,4 % dei casi.
Il fenomeno è monitorato a livello europeo da Missing Children Europe: network che riunisce 31 organizzazioni non governative in 27 Paesi Europei.
La situazione più drammatica si registra in Romania e nell’Europa dell’Est che contempla quasi il 50% dei casi trattati. Dai dati forniti da Europol, ogni anno, almeno diecimila minori stranieri non accompagnati scompaiono in Europa, a poche ore dal loro arrivo. A maggio dell’anno scorso, è stata attivata AMINA per contrastare tale fenomeno che fornisce ai piccoli stranieri non residenti sul territorio europeo tutte le principali informazioni sui loro diritti e sui servizi a disposizione, tramite strumenti anonimi di geolocalizzazione.

Maria Rosa Oneto

Foto Pixabay

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s